Istituto Tecnico Industriale Statale “Guglielmo Marconi” (Ex- I.T.I.S. “Alessandro Mussolini”)

 

Commissionato da Benito Mussolini, al fine di dare alla città un nuovo centro educativo la cui importanza doveva estendersi oltre il territorio locale, il complesso fu progettato dall’ing. Arnaldo Fuzzi. Destinato ad un bacino di 1.000 studenti doveva  fornire un luogo dove studiare e lavorare grazie alla realizzazione di aule attrezzate sulla base di un nuovo modello di apprendimento teorico-pratico.
L’edificio faceva parte del sistema architettonico educativo concentrato sul viale Mussolini (oggi viale della Libertà), concepito a sua volta come nuovo asse di strutturazione urbana della città.  Il primo progetto risale al 1934 ma l’edificio fu completato solo nel 1941. Il monumentale blocco d’ ingresso incorniciato da sei pilastri a tutta altezza è affiancato da edifici laterali, anche questi suddivisi in fasce verticali che includono tre piani di finestre. Lastre di travertino, alternate e intrecciate con campiture di mattoni, caratterizzano cromaticamente i tre corpi principali, retorica espressione di un tardo razionalismo monumentalizzato che richiama il piacentiniano rettorato della città universitaria di Roma.

ITIS_Marconi