Monumenti

Economia

Economia  Nei primi anni successivi alla presa del potere (1922-1925) il fascismo seguì una politica liberista, voluta soprattutto dal ministro delle Finanze e del Tesoro Alberto De Stefani, che attuò un piano di generale riduzione della presenza dello stato nell’economia. Il governo fascista dei primi anni lasciò molta libertà all’iniziativa privata e lavorò sul contenimento [...]

La politica fascista sulla maternità e l’infanzia

di Fabrizio Monti
La politica fascista sulla maternità e l’infanzia rientra nell’ambito di un progetto più ampio avente lo scopo di riportare l’Italia ai fasti della Roma imperiale restituendole il ruolo centrale che, secondo Mussolini, essa meritava nello scacchiere internazionale. Il militarismo e certo razzismo che caratterizzano l’ideologia fascista nonché l’aggressiva [...]

Istruzione

Istruzione Fascistizzare le nuove generazioni di italiani fu uno dei principali obiettivi che il regime si diede sin dall’inizio. La scuola con le sue attività educative, culturali e propagandistiche fu una delle protagoniste principali di questo percorso. Riformata nel 1923 da Gentile la scuola fascista ha compiuto un processo di graduale asservimento alle logiche totalitarie, [...]

Luoghi della memoria

 Luoghi della memoria Nel complesso clima ideologico e politico del Primo dopoguerra gli ultimi governi democratici pensarono di celebrare i numerosi soldati morti e dispersi della Grande Guerra, dando vita a dei luoghi in cui potessero svolgersi delle celebrazioni che avrebbero rafforzato il senso di appartenenza alla nazione italiana. Il più importante tra questi luoghi [...]

L’infanzia a Forlì e fascismo

di Fabrizio Monti
Nell’ideologia fascista, la salute del bambino è condizione indispensabile per la tranquillità emotiva della madre a cui era richiesto un ruolo sociale che la legava indissolubilmente al dovere della massima prolificità, anche quando la famiglia non aveva i mezzi sufficienti per il sostentamento di una prole numerosa. I figli si facevano per il bene della nazione, non della famiglia.

Organizzazione del tempo libero dei giovani a Forlì

di Fabrizio Monti
…Se qualcuno pensasse che l’appartenenza alle organizzazioni giovanili si potesse risolvere nel possesso della tessera e con questa star tranquillo sbaglierebbe di gran lunga: la vita delle organizzazioni è addestramento, è affinamento, è preparazione morale, spirituale, fisica e militare, specialmente per i reparti maschili…

Servizi e lavori pubblici

Servizi e lavori pubblici Durante il Ventennio anche il miglioramento dei servizi pubblici come i trasporti ferroviari e urbani, e più in generale le strade, fu usato dal regime a scopo propagandistico. Ben nota è la campagna per la puntualità dei treni, un obiettivo tenacemente perseguito dalla dirigenza ferroviaria per ragioni d’immagine. Nei discorsi della [...]

Sanità

Dopo la Prima guerra mondiale nei maggiori paesi industriali la medicina aveva compiuto straordinari progressi grazie alla scoperta di nuove terapie, tecniche chirurgiche e farmaci. La disponibilità di questi strumenti pose il problema di come dare la possibilità di usufruirne a tutti i cittadini indipendentemente dalle loro condizioni economiche. Alcuni paesi europei iniziarono un percorso [...]

La piazza

La piazza ha rappresentato sempre sin dall’antichità un ruolo fondamentale nel tessuto urbano. Luogo di scambi commerciali e di riti religiosi e sociali ha avuto anche una grande importanza politica come centro della rappresentanza cittadina. Vista la sua importanza il regime non esitò ad appropriarsi di questo spazio per consolidare il proprio potere attraverso adunate [...]